venerdì 1 settembre 2017

Efe Bal: “Il mese di agosto? Una meraviglia per chi si prostituisce. Ma il nostro lavoro ha bisogno di essere riconosciuto”





Indubbiamente per noi Investigatori Privati i mesi estivi sono particolarmente caldi dal punto di vista lavorativo. Anche se gli ultimi anni le abitudini delle coppie stanno piano piano mutando, ciò che scrive nell'intervista la transessuale Efe Bal è corretto.

Generalmente sono molte le famiglie che non riescono a condividere e a passare tutto quanto il tempo insieme, vuoi per motivi di lavoro o per i bambini, per via della chiusura delle scuole. 

Infatti nel corso della mia carriera, ultra ventennale, da Investigatore Privato, mi è capitato spesso di verificare i sospetti, di infedeltà coniugali, mogli che si trovano in vacanza a casa al mare con i bambini, con i rispettivi mariti che sono al lavoro e che fanno la spola o giornalmente o soltanto i fine settimana. 

E si sa, a pensar male si fa peccato ma spesso si ha ragione, e tantissime mie clienti avevano ragione. 

Ad onor del vero va detto anche che sono stati tantissimi i mariti che si sono rivolti alla nostra Agenzia Investigativa per i motivi opposti, ovvero far controllare le rispettive mogli che si trovavano in vacanza mentre loro erano impegnati con il lavoro.


L'articolo della transessuale Efe Bal, mio avviso, quindi è condivisibile solo in parte, in quanto non tiene conto che la prostituzone maschile non è cosi documentata e pubblicizzata e soprattutto perchè, generalmente le donne tradiscono con il cuore.




Efe Bal: “Il mese di agosto? Una meraviglia per chi si prostituisce. Ma il nostro lavoro ha bisogno di essere riconosciuto”




A parlare così ai microfoni di Radio Cusano Campus è la transessuale Efe Bal. Nel suo intervento, ripreso da Dagospia, la bella Efe ha raccontato di come agosto sia un mese d'oro per la prostituzione e ha ripreso poi un tema a lei caro

Per chi fa il mio lavoro, il mese di agosto è una meraviglia“. A parlare così ai microfoni di Radio Cusano Campus è la transessuale Efe Bal. Nel suo intervento, ripreso da Dagospia, la bella Efe ha raccontato di come agosto sia un mese d’oro per la prostituzione: “Ho lavorato tutto agosto, sono andata in vacanza solo quattro giorni a Londra. Ho lavorato molto bene. Invece a settembre quando gli italiani ritornano dalle vacanze c’è un momento di calma piatta, finiscono i soldi, cominciano le scuole, tornano a lavorare, gli uomini entrano in depressione, pensano di meno al sesso. Settembre non va quasi mai molto bene, i padri di famiglia devono ricominciare la loro vita quotidiana. Ad agosto invece si lavora da Dio, gli uomini sono sempre a caccia, mandano le mogli al mare e loro restando in città cercano compagnia. Le prostitute lavorano tantissimo ad agosto. A settembre di meno“.
Efe ha affrontato anche un tema che le sta molto a cuore da tempo: “In questa estate si è sentito troppo spesso parlare di prostitute aggredite. E’ vergognoso. Ci devono riconoscere dei diritti sociali, devono darci un nome, riconoscere il nostro lavoro. Il nostro lavoro è particolare, bisogna fare un controllo, una pulizia, vedere chi davvero fa la prostituta e chi invece delinque e crea pericoli e problemi ai clienti”.

Fonte: ilfattoquotidiano.it