giovedì 24 aprile 2014

Divorziare? No, meglio un tradimento: le coppie più stabili sono quelle in cui entrambi tradiscono..


..che dire.. molte cose che ho letto nell'articolo sono condivisibili. Ad esempio che la separazione è comunque un grave danno, non solo morale, ma anche economico per tutto il nucleo familiare.
Posso dire che spesso, anche ricevendo da me prove eclatanti dell'indefeltà coniugale, molti Clienti preferiscono cercare comunque una riconciliazione un pò per motivi sentimentali, ma anche per non affrontare le pesanti conseguenze. Altresì è vero anche che molte persone per motivi molto meno gravi, spesso dettati solo da una gelosia immotivata, chiudono storie e affrontano separazioni..
Diciamo che, a mio parere, non c'è una regola vera e proprie e, data anche l'estrema delicatezza dell'argomento, non si può generalizzare..
Massimilianio Altobelli - Investigatore Privato a Roma 




Divorziare? No, meglio un tradimento: le coppie più stabili sono quelle in cui entrambi tradiscono









A difesa della stabilità della famiglia si schiera, quasi paradossalmente, il portale Incontri-ExtraConiugali.com, dedicato proprio a chi cerca un’avventura al di fuori della coppia. «In realtà non è un paradosso, ma è proprio grazie ai siti web come il nostro che oggi molti matrimoni resistono e addirittura diventano più solidi» spiega Alex Fantini, ideatore del portale Incontri-ExtraConiugali.com.
Sul sito web www.Incontri-ExtraConiugali.com gli uomini e le donne annoiati dalla monotonia della loro relazione possono trovare il giusto modo per “evadere” in maniera discreta, senza causare traumi alla propria relazione di coppia. Un’evasione che consente di ritrovare un nuovo equilibrio nella propria relazione e di scongiurare i rischi di una separazione o peggio ancora di un divorzio.
Divorziare per l’uomo, ma anche per la donna, è una vera e propria tragedia. Secondo le statistiche elaborate da Incontri-ExtraConiugali.com, nel 92% dei casi dopo la pronuncia di affidamento condiviso i figli vengono collocati presso la madre, rimanendo al padre il solo diritto di visita e di averli con sé per metà delle vacanze scolastiche.
«Per l’uomo il maggiore danno è il provvedimento sulla casa coniugale, che viene assegnata alla moglie con la conseguente estromissione del marito, e l’obbligo di partecipare al mantenimento della prole. Insomma l’uomo perde mediamente dal 40% al 60% del suo reddito» spiegano gli esperti di Incontri-ExtraConiugali.com.
L’uomo si ritrova così improvvisamente impossibilitato a sostenere il pregresso tenore di vita, con conseguenti problemi economici e psicologici che gli rendono difficile conquistare una nuova partner. E anche la sua ex-moglie ha difficoltà a instaurare nuove relazioni a causa di problemi logistici, come quelli relativi alla sistemazione dei figli, nonché —qualora vi riesca— a causa dei successivi problemi di compatibilità tra il nuovo compagno e i propri figli.
Una relazione extraconiugale discreta, invece, è molto meglio di un divorzio o di una separazione. Ed è molto meno costosa, sia in termini economici che emotivi. Secondo il portale Incontri-ExtraConiugali.com a rendersene conto è un numero sempre più elevato di italiani che preferiscono avere una relazione piuttosto che assumere tutti gli oneri di un costoso divorzio, perturbare la vita familiare e traumatizzare i figli.
«La nuova tendenza è ora quella di farsi un’amante senza porre fine al proprio matrimonio. Per gli uomini spesso si tratta soprattutto di sesso, per le donne non necessariamente: è il fatto di sentirsi nuovamente corteggiate a spingerle a cercare un’avventura fuori dal matrimonio. Per entrambi è una valvola di sfogo che nella maggiorparte dei casi non fa altro che consolidare il loro matrimonio» spiega Alex Fantini.
«C’è una correlazione impressionante tra l’infedeltà e la stabilità di un matrimonio: più si è infedeli e più si rafforza il matrimonio» puntualizza Fantini. «È un dato di fatto —prosegue l’ideatore del portale Incontri-ExtraConiugali.com— che le coppie più stabili in assoluto siano proprio quelle in cui entrambi hanno delle storie parallele».

Fonte: canicattiweb.com