domenica 21 ottobre 2018

Vicenza, trova la casa svaligiata: va dal vicino e scopre la moglie nel suo letto



Che dire..

Nella mia carriera da Investigatore Privato a Roma, specializzato in infedeltà coniugali, non posso certo dire "di non averne viste tante".. ma questo episodio mi mancava..

Quando si dice :"Cornuto e Mazziato!", di certo non gli servirà un Investigatore Privato per dimostrare l'Infedeltà coniugale della moglie, ma di sicuro lo saprà tutto il paese. 

Non volgio nemmeno immaginare cosa abbia provato in quei momenti, di sicuro il furto è stato fondamentale per due motivi:

- ha scoperto che la moglie aveva una amante e che era il vicino.


- grazie al furto e all'intervento dei carabinieri la situazione non è degenerata. 





  Vicenza, trova la casa svaligiata: va dal vicino e scopre la moglie nel suo letto

Come riporta il Giornale di Vicenza il fatto risale a una decina di giorni fa, in zona Campedello



Sembra la trama di una fiction, ma quanto accaduto una decina di giorni fa ad un artigiano di 54 anni, residente a Vicenza, è tutto tranne che finzione. La sua serata da dimenticare inizia intorno alle 20. Tornato a casa dal lavoro ha trovato dapprima l'abitazione svaligiata dai ladri; poi, non riuscendo a rintracciare la moglie, si è rivolto al vicino per capire se avesse sentito o visto qualcosa e lì oltre il danno la beffa: la consorte era proprio nell'abitazione a fianco, precisamente a letto con il vicino.
Come riporta il Giornale di Vicenza il fatto risale a una decina di giorni fa, in zona Campedello. I ladri sarebbero entrati da una finestra al primo piano e, dopo aver aperto la cassaforte, hanno rubato i gioielli di famiglia, portando via anche un armadietto blindato contenente 7 fucili. Ma il furto alla fine è passato decisamente in secondo piano e l’arrivo dei carabinieri per i rilievi è stato provvidenziale, evitando scenate a tre o anche peggio

fonte: tgcom24.mediaset.it

martedì 16 ottobre 2018

Scopre che la moglie lo tradisce mentre esplora su Google Maps.



Se si vuole tradire il proprio patner la privacy dobrebbe essere una sorta di mantra per il fedigrafo di turno, ma per fortuna non sono tutti poi così attenti e scrupolosi. Altrimenti per chi, come me, che svolge la professione di Investigatore Privato a Roma il lavoro sarebbe molto più complesso. 

Di sicuro la Google Car e lo Street View di Google Maps mieterà altre vittime in tal senso ma fino ad allora, l'analisi del caso, la raccolta di prove e informazioni, l'appostamento e il pedinamento, faranno sempre si che il lavoro dell’Agenzia Investigativa farà la differenza fra "SUBIRE" e "RISOLVERE". 

Affidatevi sempre ad un Investigatore Privato regolarmente autorizzato dalla Prefettura se si vuole che le prove raccolte possano essere usate in Tribunale per far difendere e valere un proprio diritto.  



Scopre che la moglie lo tradisce mentre esplora su Google Maps.




Tutti noi abbiamo avuto sospetti di tradimenti e infedeltà da parte di nostri partner. Alcuni, poi, sono riusciti anche a scoprire che quei sospetti erano fondati. Solo pochi, però, possono raccontare di aver scoperto di avere le 'corna' esplorando la Street View diGoogle Maps.
Un uomo di Lima, in Perù, è tra questi. Come riporta Todo Noticias, anche se quest'uomo sospettava da tempo che la moglie lo tradisse, la scoperta è avvenuta in modo totalmente casuale. L'uomo, infatti, stava esplorando con la Street Viewuna delle zone più romantiche di Lima, il Ponte dei Sospiri di Barranco, situato a sud della capitale peruviana e frequentato da coppie di tutte le età. Qui, ha notato unadonna seduta su una panchina, che accarezzava il viso di un uomo disteso con la testa appoggiata sulle sue cosce.
Anche se, per ovvie ragioni di privacy, Google ha coperto i volti delle persone immortalate dalla Google Car, l'acconciatura e l'abbigliamento risultavano essere inconfondibili: quella donna era proprio la mogliedell'uomo che sospettava di essere stato tradito. Messa di fronte a quella prova così evidente, la donna ha confessato l'infedeltà e questa brutta sorpresa ha portato, inevitabilmente, alla separazione della coppia di coniugi.

Fonte: ilmessaggero.it

venerdì 5 ottobre 2018

Investigatori scambiati per ladri. I detective, ingaggiati da una moglie tradita



Con oltre 25 anni di esperienza, come Investigatore Privato mentirei se dicessi che non mi è mai capitato.

 Durante un appostamento, soprattutto se di molte ore in zone isolate o appunto in paesi, è facile che si venga notati e che successivamente venga effettuato un coltrollo da parte delle Forze dell'Ordine. 

Naturalmente ai fini dell'indagine, ad esempio di infedeltà coniugale, il paese mormora e quindi anche non volendo dopo l'accertamento è capitato che tutto il paese sapesse che noi eravamo lì. 

Sta alla professionalità dell' Investigatore Privato evitare di fare nomi cosi da lasciare semmai un dubbio nella coppia di amanti, ma mai una certezza visto le voci che di lì a poco andranno a circolare. 


Ma anche qui un fattore importantissimo che molti clienti sottovalutano, è quello sempre di affidarsi a un Investigatore Privato autorizzato dalla Prefettura, solo cosi si è veramente tutelati e sopratutto le prove prodotte possono essere utilizzate in Tribunale. 





Investigatori scambiati per ladri. I detective, ingaggiati da una moglie tradita.



Minturno- Si erano appostati sotto l’abitazione dove gli amanti si incontravano. Gli abitanti della zona insospettiti hanno avvisato i carabinieri.



Un incontro hard lontano da occhi indiscreti e in un appartamentino preso in fitto in una piccola frazione di Minturno, dovrebbero costituire una garanzia per chi intende trascorrere qualche ora di piacere, senza farsi notare dalla moglie. Lo ha pensato un imprenditore campano, che per potersi incontrare con la sua amante ha scelto Santa Maria Infante, una frazione collinare di Minturno, dove si conoscono tutti e dove la presenza di "estranei" viene subito notata.
Ed è stato così anche l'altro ieri, quando due persone, a bordo di una macchina, hanno sostato per diverso tempo nella graziosa località minturnese. Qualcuno ha pensato che fossero malintenzionati, ma erano due investigatori privati, che stavano indagando su un presunto tradimento, poi confermato con l'arrivo sul posto della moglie. Tutto è iniziato l'altra mattina, quando il focoso "amatore" in trasferta è giunto nella località minturnese e si è recato nell'appartamentino preso in fitto, dove poi si è incontrato con la donna "segreta".
Non sapeva che, però, era stato seguito dai detective di una agenzia, incaricati dalla moglie dell'imprenditore di indagare sulle abitudini del marito, sospettato di avere una relazione. Armati di telecamera e macchine fotografiche si sono messi alle calcagna dell'imprenditore, che ha raggiunto l'abitazione della frazione minturnese. I due investigatori si sono fermati nei pressi del locale dove, nel frattempo, la coppia di amanti era intenta in acrobazie amorose; ma avevano già raccolto informazioni e le immagini fotografiche necessarie, che immortalavano la "tresca".
A quel punto hanno avvisato anche la signora che poi è giunta in zona. Tutto sarebbe passato inosservato se più di qualcuno non avesse notato la presenza dei due investigatori privati, fermi all'interno della loro auto e del tutto sconosciuti agli abitanti della frazione. Ciò, ovviamente, ha destato più di qualche sospetto, tanto che sono stati avvisati anche i Carabinieri della stazione di Minturno, intervenuti tempestivamente per identificare gli sconosciuti. Una presenza che ha fatto temere ai cittadini di Santa Maria Infante che quelle fossero persone che volessero commettere furti in abitazione. Ma non si trattava di persone sospette, ma soltanto di detective che stavano svolgendo il loro lavoro, i quali, con i loro accertamenti, hanno confermato i sospetti della moglie, la quale, poi, non si è risparmiata quando si è trovata di fronte il marito, che mai pensava di essere colto in flagrante.
Fonte: latinaoggi.eu

martedì 2 ottobre 2018

«Mi hai rubato la moglie», marito tradito fa causa: l'amante dovrà risarcirlo con 8,8 milioni



Svolgendo da oltre 25 anni la professione di Investigatore Privato professionista, specializzato in indagini di infedeltà coniugali,  posso così commentare in questo modo l'articolo che ho trovato in rete e riportato di seguito: 

Premesso che ciò è avvenuto negli USA e che nel nostro ordinamento giuridico non è assolutamente contemplato, anche se non ho memoria di ciò ma credo che un risarcimento in sede civile per "DANNO ALL'IMMAGINE" sia possibile e giuridicamente valido. 

Come Investigatore Privato non spetta a me stabilire nel corso dell'indagine quali reati civilmente rilevanti la persona oggetto di investigazioni stia facendo, ma di sicuro spetta a me fornire una Relazione Investigativa con con tutte le prove utili al fine di tutelare e difendere in sede giudiziaria un legittimo diritto del mio Cliente. 

Certamente negli USA i risarcimenti legati ad una qualsiasi causa sono faraonici e impensabili rispetto a quanto avviene nel nostro ordinamento giuridico, ma sicuramente per chi ha scoperto di essere stato tradito dal proprio coniuge possa considerare tutto ciò una giusta ricompensa.

Da considerare inoltre che negli USA sono anni e anni che vengono stipulati dei "contratti matrimoniali" dove, tra le altre clausole, è previsto un risarcimento al coniuge in caso di infedeltà coniugale.. ma questa è un'altra storia..






«Mi hai rubato la moglie», marito tradito fa causa: l'amante dovrà risarcirlo con 8,8 milioni




NEW YORK – Tradito e abbandonato dalla moglie, l’imprenditore Keith King ha fatto ricorso a una vecchia legge della Carolina del nord, e ha citato per danni l’amante della donna. E la legge gli ha dato ragione. Dopo un processo che si è trascinato per mesi, il giudice Orlando Hudson ha condannato Francisco Huizar a pagare a King 2,2 milioni di dollari per risarcimento danni, e 6,6 milioni per risarcimento punitivo. In totale dunque Huizar, un impiegato di una società di assicurazioni, dovrebbe sborsare 8,8 milioni di dollari.

La legge invocata permette a un coniuge che sia stato tradito e abbandonato di chiedere i danni per “conversazione oltraggiosa” (cioè adulterio). Se il querelante riesce a dimostrare che il matrimonio era felice fino al momento del tradimento, può anche chiedere danni punitivi per “alienazione d’affetto” e “sofferenza emotiva”.

Danielle e Keith King si erano sposati nel 2010, e tre anni dopo avevano avuto una bambina. Huizar è entrato nel quadro nel 2015, quando la coppia si è trovata a New York per uno show. Il marito di Danielle infatti è proprietario di una società che organizza gare di motocross e simili. Huizar era presente, in quanto rappresentante della società d’assicurazioni. E’ stato in quell’occasione, che fra Danielle e Francisco è nata una simpatia, poi una relazione. Nel processo di divorzio, Danielle ha sostenuto che il matrimonio con Keith era già in crisi, perché lui era soffocante, dominatore, geloso.

Secondo il marito però il matrimonio sarebbe comunque sopravvissuto se Huizar non avesse da qual momento fatto di tutto per tenere Danielle legata a sé, al punto di trasferirsi dal Texas e affittare un appartamento nella Carolina del nord, vicino alla loro casa, e di seguirli segretamente ogni volta che andavano in vacanza.

L’avvocato di King ha detto in tribunale: «Capita che nelle coppia avvengano dei tradimenti, che finiscano e la coppia si salvi. Ma era umanamente impossibile che questo matrimonio resistesse davanti alle costanti pressioni di Huizer».  

La Carolina del nord permette queste cause per “alienazione d’affetto” se l’adulterio sia avvenuto quando la coppia era unita. Sette anni fa ci fu un caso simile, anche più clamoroso, in cui la moglie tradita e abbandonata fece causa alla nuova moglie del marito, e ottenne 30 milioni di dollari.

Fonte: ilgazzettino.it